Una tastiera come tavolozza, la fantasia come tela

Apple Italia

Apple Italia

Solo in Italia un’applicazione nata per puro intrattenimento (come recita la descrizione della app) può diventare un caso nazionale di “offesa e oltraggio culturale”. Vediamo insieme di cosa si tratta e se la Brambilla, forse, non ha esagerato le accuse verso la società di Cupertino. Buona lettura!

Hi-tech Italy, il Giornale, Voce d’Italia: il web non parla d’altro, notizia rimbalzata sui telegiornali nazionali, la Brambilla denuncia la Apple per il danno arrecato da una loro applicazione (tecnicamente solo “ospitata” sui loro server) all’immagine dell’Italia nel mondo.

Il fatto
A settembre 2010 gli sviluppatori Apalon e il gruppo Move Your Web hanno realizzato una goliardica guida turistica dei Paesi del mondo, stereotipandoli con i tratti tipici classici: americani mangiatori di hamburger, tedeschi severi, spagnoli passionali e italiani identificati da “pizza, pasta, scooter (la Vespa) e mafia”.

Le reazioni
É scoppiato un putiferio dall’Osservatorio Antiplagio che ha suscitato la reazione immediata della Brambilla, che subito ha addossato tutte le colpe ad Apple minacciando vie legali e la rimozione dell’applicazione dall’App Store italiano.
Apple, multinazionale che fa della prudenza il suo caposaldo, potrebbe rimuovere l’applicazione bloccandola fino a quando il contenuto non verrà modificato.

Il commento
Credo che la responsabilità sia degli sviluppatori e dei creatori dell’applicazione: Apple è solo un intermediario che offre contenuti liberamente senza censure (tranne che per il porno), limitandosi ad un’approvazione formale sulla base di alcuni requisiti. Non credo che Apple possa esser collegata direttamente all’applicazione, in quanto la società che l’ha prodotta è indipendente e slegata da Apple.
Altro cavillo importante: nella descrizione dell’applicazione viene ribadito che è solamente uno scherzo (joke), un insieme di luoghi comuni assimilati per farsi due risate. Stop.

É da notare la grave mancanza dei musei e della Ferrari nelle citazioni (e sì che sono entrambi famosi in tutto il mondo), cose che forse potrebbero rimpiazzare la mafia nella nostra descrizione.
Ma se dopo tanto tempo all’estero ci affiancano ancora ad Al Capone, forse, un motivo di fondo ci sarà no?
Preoccupiamoci di comportarci bene e di prendere la distanza da questa associazione negativa, impegnandoci a fondo nella vita di tutti i giorni e mostrando la nostra onestà.

I fatti parlano più delle parole.

Marco

Commenti su: "Apple scontro “culturale”" (1)

  1. Forse sperava di ricevere tanti eurini nel fargli causa .. ihihihih

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: