Una tastiera come tavolozza, la fantasia come tela

Archivio per la categoria ‘Cellulari’

Pianeta commessi

commesso indiano

Un’allegra e scanzonata raccolta di episodi con dialoghi veri con commessi/e, dove spesso non si capisce il limite tra serio e faceto, tra venditore e cliente, tra presa per il ciapèt e intenzioni serie.
5 episodi uno più esilarante dell’altro, tutti rigorosamente tratti da conversazioni realmente avvenute.
Quando si diceva che vendere è un’arte evidentemente molti erano fuori a fumare.

Buona lettura! (altro…)

Vodafone e Paypal, ricarica mancata

vodafone_paypal

vodafone_paypal

Tempo fa su questo blog vi avevo magnificato la possibilità di effettuare dei pagamenti con Paypal su Vodafone.it, in modo da avere ricariche comode e subito disponibili. Quando il servizio funziona è puro giubilio ma se si blocca qualcosa che accade? Di chi è la colpa? Chi paga? E soprattutto che fine fanno i nostri sudati risparmi? Viaggio all’interno di due mondi che non si parlano, ho scavato per voi e ora ve lo racconto: buona lettura!

(altro…)

Sciopero SMS

Sciopero sms

Sciopero sms

Noi tutti adoriamo mandare SMS e li utilizziamo spesso perchè, checchè se ne dica, spendiamo meno rispetto ad una telefonata. Ma se paragoniamo le nostre spese a quelle dei nostri colleghi europei facciamo la figura dei pirla: spendiamo un sacco di più per avere lo stesso servizio. Ecco come mobilitarci per cambiare le cose.

(altro…)

Fatemi il piacere

Motorola ha lanciato il suo nuovo telefono: Motozine ZN5, realizzato in collaborazione con Kodak.

Quando ho letto su alcuni blog (di cui evito la citazione per compassione) che può essere paragonato ad una fotocamera di medio livello mi sono accasciato sulla scrivania dal ridere. Ma stiamo scherzando?

(altro…)

Ti stramo… da morire


Ti Stramo – Trailer

Il film uscirà in DVD (per il noleggio) il 24/02 (fonte FilmUp): nell’attesa godiamoci il trailer guidati dalla voce di Pino Insegno (qui in veste di regista) e con il sottofondo di Jax. (altro…)

Ti stramo


Jax – Limonare al Multisala

Dopo averci stracciato le balle con tutti i film del tipo 3 metri sopra il cielo, Notte prima degli esami, Ho voglia di te avevo pregato in indocinese che qualcuno potesse prenderli per il culo spietatamente, esattamente come in America fanno Scary Movie per parodiare i film horror.

Si vede che chi di dovere mi ha ascoltato: è in uscita Ti stramo, impietosa parodia del genere con la canzone portante firmata nientemeno che da Jax.

Incontro me e Jax

Incontro me e Jax, Live @ Zoo 105 Università di Reggio Emilia

(altro…)

Piccioni


Piccione Maledetto

Questa cover dell’allegro Povia (Vorrei avere il becco) potrebbe sostituire la canzone che ha sfrantecato gli zebenicoli dell’intera nazione per mesi. (altro…)

Kuschel Song


Kuschel Song

2 news rapide, cotte e magnate ;-). (altro…)

Telefonate radioattive

Quando compriamo un telefonino spesso ci preoccupiamo del look, della marca, delle funzionalità, del prezzo.

Il TAS (Tasso Assorbimento Specifico) serve invece a capire quante radiazioni emette il nostro telefonino: sembra secondario ma può esser utile darci un occhio, se non altro per sapere se ci sono altri modelli che emettono meno radiazioni.

Leggendo su Iochiamo e Webmasterpoint notiamo che Cnet ha stilato una classifica dei cellulari più pericolosi, ovvero quelli con il TAS più alto -ricordiamo che il limite europeo è 2,0 watt/kg-.
I cellulari europei non lo superano per poter esser commercializzati ma si capisce da soli che più basso è meglio è.

La top 10 dei più pericolosi e la top con il TAS più basso sono disponibili sul sito di Cnet che offre classifiche anche per operatori, proponendo vari modelli in commercio (quelli fuori produzione non compaiono).

É la storia del microonde: non si sa se faccia male o meno, ma nel dubbio meglio informarsi no?

Marco

Nokia, andata e ritorno


Video recensione Nokia 7310 e 7610 serie Supernova

Il mio primo Nokia è stato il 3310: mi ricordo ancora il prezzo e la faccia di mio padre quando lo acquistammo, sembravano soldi spesi inutilmente.

Devo dire che è stato protagonista di molte avventure (sentimentali soprattutto 😉 ), è stato sempre molto bravo: mai perso un messaggio, mai avuto bisogno di un centro assistenza… il telefono perfetto insomma.

Purtroppo un volo ai 70 km/h dal mio taschino sull’asfalto e (successivamente) nel fossetto attiguo alla strada hanno messo la parola fine al suo schermo monocromatico a cristalli liquidi: anche una volta sostituito ha fatto qualche mese, ma ormai era la sua ora.

Da quel giorno ho imparato a metter il cellulare nel sotto sella: perderò qualche chiamata ma se cadevo (ero in scooter, all’epoca) lui rimaneva al sicuro nel suo guscio plastificato.

(altro…)