Una tastiera come tavolozza, la fantasia come tela

Articoli con tag ‘Promessi ex’

Promessi ex parte 3

(liberamente ispirato dalla novella recensione) Quando una saga ha successo merita un seguito no? 😉 Buona lettura!

Buio.
Le luci del quadrante dell’auto e il solito CD frantumaballe con la voce dell’orso in calore riempito di ormoni Ville Valo riempie l’abitacolo. Due giovani pulzelle che si fanno 2/3 ore buone di auto fino a Gualtieri, stasera ingresso gratis (la benzina evidentemente gliel’hanno regalata 😉 ) al Tempo rock.

Stavamo dicendo che Lucia dovrebbe sceglier meglio i suoi Renzo? L’esperienza non insegna niente… leggete qui 😉 .

(altro…)

Promessi ex parte 2

L’epilogo della saga Promessi ex: buona lettura!

La luce s’accende sul palcoscenico, ombre scure delineano gli attori grazie ai riflettori potenti, sala completamente vuota, nessuna musica di sottofondo, fondale spoglio. Dall’alto qualche vecchia corda che scende, erosa dal tempo, sui lati un sipario rosso fuoco con decorazioni dorate sul fondo.

Nel mezzo del palco, però, c’è solo Lucia: adornata da un gran vestito da Fantasma dell’Opera è accovacciata sulle assi di legno consunte e segnate dai ballerini, immersa nei suoi pensieri, volto abbassato nascosto dal nero dell’ombra ed un grosso librone sul grembo. (altro…)

Promessi ex parte 1

Lucia (è sempre B, ma leggendo capirete il perchè) mi manda un sms l’altro giorno (è tecnologica per esser nata ai tempi del Manzoni) dove mi racconta la sua uscita con Renzo.

I due giovincelli, ad un anno di distanza, “non si trovano indifferenti a sé stessi” (e te credo: uno va con le ragazzine e l’altra con i 30enni) “ma hanno paura a riavvicinarsi” (cito testuale dal messaggino).

I motivi che spinsero Lucia a mandare a far del bene Renzo 12 mesi fa quindi, ormai, sono diventati una nebulosa offuscata (così tanto tempo senza baci può nascondere i difetti? mah…); ora tutti e due sono cambiati (certo… come no) e un destino radioso li attende.

Premettendo che le persone non cambiano (se lo fanno è nelle piccole cose) trovo la cosa patetica: gira e rigira dopo un anno di libertà sono ancora al punto di partenza? Io mi preoccuperei…

La cosa più buffa è che Lucia mi chiede un parere (a volte) ma poi, da brava Capuleti, fa di testa sua scegliendo alla Cdc (Ca… Di Cane); normale che poi arrivino le stangate.

Renzo e Lucia (per chi avesse perso le puntate sul blog precedente) hanno vissuto una storia di puzzette e compromessi per 4 anni, alchè lei decise che ne aveva tal donde le siffatte ciufole (ovvero piene le sfere) e lo ha mollato.

Renzo, inconsolabile nei primi tempi, decise di trovare rifugio, conforto e comprensione ad Amsterdam (!!) tra una birretta e un tiro di maria, in compagnia degli amici che mai e poi mai l’avrebbero tradito.

I due cuori si sono rivisti e (caso strano, eh?) lui era casualmente single, come lei: le passioni traboccano, i compromessi affabulano e la storia si complica. Come finirà?

E soprattutto se loro sono Renzo e Lucia io chi sono? L’Innominato che la rapì (ma sai, anche no!) ? Don Abbondio (gliela dò io la benedizione)? Un Bravo (casomai preferisco la Vespa 😉 )? O Don Rodrigo? Ai posteri l’ardua sentenza.

A tutti gli amici ancora innamorati delle varie “migliori amiche” una piccola osservazione: mettevi con qualcuna che non sia lei. Non c’è merce preziosa e desiderata come quella che non si può ottenere (guardate cos’ha combinato Renzo e con quali risultati 😉 ).

Marco